Spiritualità nel mondo socio-economico

“Quando anche l’azienda ha un’anima…”

L’azienda vista come un essere vivente in evoluzione. Un’entità viva, grazie alla cooperazione di tante cellule, unite dall’intento di crescere e crescere bene.
Serenella Ballore

Sono stata pioniera insieme a pochi altri in Italia, nel campo della  formazione motivazionale con approccio olistico, da alcuni venivo considerata “Coraggiosa” da molti “Utopista”, ho vissuto per circa vent’anni, la sensazione di “guidare contromano”, tuttavia ho creduto così fortemente nella mia visione che nulla mi ha impedito di rendere “possibile l’impossibile!”
Grazie alla disponibilità di alcuni imprenditori e manager “Virtuosi”e lungimiranti, ho potuto portare la mia formazione motivazionale olistica, in aziende, istituzioni, nel sociale e nel privato, quando, parlare di Amore, Perdono, cooperazione, condivisione, sincronicità e felicità, nel mondo della produttività, era considerata una sciocca eresia.  Le difficoltà sono state molte tuttavia la soddisfazione di vedere i risultati tangibili di crescita aziendale,coincidere con la crescita personale e con la felicità di tanti esseri umani, compensava ogni mio sforzo e arricchiva di grande energia la mia personale sfida di amore. Ho avuto poi la gioia di unirmi ad altri formatori che apprezzavano questo stile formativo e con i quali ho potuto cooperare per meglio promuovere questo processo evolutivo, condividendo eccellenti risultati.

Finalmente questi concetti ritenuti allora “folli” hanno messo radici solide e sempre più le aziende si rivolgono a professionisti formatori che mettono al centro del microcosmo aziendale l’Essere Umano ed i suoi Valori.

Ho quindi creato un percorso formativo dedicato proprio a coloro i quali desiderano essere al passo con l’evoluzione di una nuova coscienza umana.
Questo percorso si chiama “Manager M.a.g.o. Il manager della nuova era unisce: Missione, Amore, Gioia, Ordine e crea la leggenda.
Vivo ora con gioia la certezza, che il mio grande “Sogno” di portare nel mondo socio economico, la Spiritualità e la potenza del “Cuore”, integrate alle competenze professionali ed alle abilità della mente, si sta realizzando sempre di più, generando un unione degli opposti che sembrava impossibile. Spiritualizzare la materia è, secondo la mia visione, il più grande compito dell’essere umano, per questo motivo ho deciso di riproporre questo articolo  scritto nel 2007, che intende porgere l’immagine di un panorama aziendale osservato da un nuovo punto di vista e far conoscere nuovi strumenti di evoluzione imprenditoriale, che finalmente ora in molti stanno adottando.

Attualmente lo scenario che riguarda il mondo delle imprese e delle aziende appare sempre più competitivo ed in via d’espansione. È grazie all’elevata professionalità dei manager e degli imprenditori odierni che molte aziende raggiungono in breve ambiziosi indici di mercato ed eccezionali performance in fatto di produttività. Resta sempre di più un ricordo l’antico modello della piccola impresa, nel quale l’azienda si configurava come una grande famiglia. Milioni di euro spesi in forme pubblicitarie spettacolari, stipendi faraonici per conquistare la collaborazione di prestigiosi professionisti iper specializzati (e chi più ne ha più ne metta) ma l’azienda, si sa, desidera aumentare ogni anno il proprio fatturato, la propria crescita e solidità; in altre parole, ambisce ed è determinata ad ottenere il successo ad ogni costo.

Ecco quindi che, di qualunque settore si parli, emerge una nuova realtà: nonostante il fascino delle lussuose prospettive incentivanti, economiche e tecnologiche insieme, emerge la difficoltà, per chi muove le file di questi scenari, di mantenere alta, viva ed esuberante la motivazione di coloro i quali-“esseri umani”- partecipano con il loro lavoro e la loro competenza alla realizzazione di successi e traguardi sempre più ambiziosi, non di rado minacciati da una crescente e agguerrita concorrenza.

Da ciò deriva una considerazione, una dubitativa: non sarebbe forse il caso di rimettere al centro del microcosmo aziendale “l’essere umano”, prima ancora che il manager, il tecnico e l’amministrativo; l’umano, con la sua coscienza, i suoi sogni, la sua creatività, la sua unicità e la sua voglia di offrirsi manifestando il suo bene e determinando il benessere di altri?

“L’essere umano” non diventa obsoleto, non passa di moda e se vuole, sa farsi ricordare in eterno; non si svaluta come un’auto usata, anzi: aumenta il suo valore con l’esperienza; è in continuo divenire ed ha sé, ben motivata, la naturale propensione ad evolvere adeguandosi ed assecondando i cambiamenti di una società dove “l’unica cosa che non cambia è il cambiamento”.

“Puntare” efficacemente sull’umano, quindi, significa consolidare, arricchire e garantire la “storia di un’azienda” che dal passato viaggia verso il futuro attraverso il presente, generato da azioni intrise di umanità, intelligenza creativa e “cuore” oltre che, di competenza professionale. Alla luce di queste semplici e profonde considerazioni, dalla fine del secolo scorso cominciano a nascere nel resto del mondo e in Italia nuove società di formazione, tendenti ad inquadrare l’essere umano come principale protagonista del successo aziendale.

Un nuovo metodo mirato a sviluppare il valore del singolo che, unito a quello di altri, può realizzare un team ed un’azienda veramente unica e speciale. In quest’opera sono coinvolti formatori specializzati (in crescita professionale, nello sviluppo delle risorse interiori e del potenziale umano), team building (lavoro di squadra), psicologia, counseling olistico, coaching, filosofia delle relazioni, esperti della comunicazione consapevole ed efficace, della cultura delle relazioni, dell’arte- terapia e delle arti espressive.

Il loro intervento mira a sviluppare il talento ed il valore individuale per poi agevolare l’integrazione del singolo nel team, con la consapevolezza del proprio ruolo e della propria unicità, unicità che raggiunge la massima espressione mediante l’unione del singolo con altri individui altrettanto consapevoli. Sviluppando il senso di appartenenza all’azienda ed uno stimolante spirito di squadra, diviene più facile realizzare sfide apparentemente impossibili e garantire una crescita della società per affrontare sfide future. Il compito iniziale della nuova formazione olistica è quello di individuare, insieme all’azienda, il percorso di crescita.

Vengono realizzati, infatti, modelli personalizzati, originali, flessibili ed intercambiabili nel rispetto della specificità di ogni singola situazione. Di norma i corsi si svolgono in aule -per quanto riguarda il lavoro teorico- ma preferibilmente si lavora in luoghi situati nel verde. È importante operare in luoghi ove è possibile trovare confortevoli spazi interni, con la possibilità di lavorare all’esterno,  a contatto con gli elementi: terra, acqua, fuoco, aria, immersi nella natura, dove la quiete e la straordinaria bellezza permettono quell’indispensabile intimità e concentrazione, e possono durare in media da uno a cinque giorni.

Chi si rivolge a dette società di formazione, sono tutte quelle aziende che, intendono rinnovare lo stile ed il clima aziendale, favorire una rigenerazione di valori innovativi, al passo con le nuove esigenze del mercato il quale, sempre di più, risente dei cambiamenti generati da una rapida evoluzione umana che chiede maggiore intuito e slancio anche nei confronti delle esigenze celate. Sono aziende che desiderano sviluppare un nuovo Know how armonico ed evoluto, l’attitudine a non arrendersi mai e il desiderio di superare limiti e barriere.

Un’altra esigenza è quella  di superare lo stress generato da decisioni importanti e determinanti, gestire efficacemente l’imprevisto e trasformare i problemi in opportunità.

Il lavoro di queste nuove società non sostituisce l’attività di formazione e motivazione aziendale di tipo tradizionale; vuole invece integrare e rinnovare tale lavoro offrendo un’importante marcia in più. L’approccio “olistico” (holos tutto intero) determina  così un sostanziale cambiamento nel panorama della formazione orientata allo sviluppo delle risorse umane.

L’olismo grazie alla sua armonica visione di integrazione del corpo della mente e dello spirito di ogni essere umano, diviene un prezioso strumento che permette di riconoscere e valorizzare l’”Essere umano” in ogni sua parte al di là del ruolo svolto nell’ambito lavorativo, favorendo così non solo un aumento della prosperità aziendale fluido e naturale (senza creare competizioni o frustrazioni),ma anche una sana promozione della “salute” personale, aziendale, sociale ed etico/economica.

L’Umano trascorre in media l’ottanta per cento della sua vita lavorando ed è durante questo tempo che a causa di difficoltà relazionali, di stress lavorativo, di dinamiche disarmoniche vissute all’interno del contesto lavorativo, si generano disequilibri emozionali, che incidono sulla salute dell’individuo, una proficua ed adeguata formazione motivazionale di tipo olistico, offre strumenti efficaci per vivere meglio la realtà lavorativa ed osservarla con una visione evoluta e  più consapevole, favorendo un benessere globale personale aziendale ed organizzativo.

L’olismo ci riporta sempre ad una visione di insieme e di unificazione. La maggior parte dei corsi vecchio stile tende a creare e sollecitare uno spirito di squadra senza prima preoccuparsi di riconoscere e sviluppare i naturali talenti dei singoli professionisti che formano il team. Utilizzando una metafora, è come pretendere di realizzare un orto senza prima prendersi cura di scegliere, conoscere e rispettare i semi che daranno origine alle varie piante, tralasciando di creare i presupposti ideali che ognuno di essi richiede per far fiorire i migliori frutti.

Il valore aggiunto offerto da questa nuova formazione si esprime proprio nel “coltivare” i talenti di ogni individuo ritenuto sempre “Unico e Irripetibile”, realizzando una crescita armonica e permanente e non l’illusione di essere per un giorno dei super eroi. L’unione dei singoli talenti darà vita ad una squadra vincente capace di lavorare con entusiasmo e raggiungere le mete più ambiziose.

 

Questo significa Crescere… e Crescere insieme!

Per realizzare tutto ciò la metodologia attuata è di tipo attivo/sperimentale. È composta infatti da un impianto teorico e da una serie di esperienze che il soggetto potrà vivere in prima persona; è richiesta ai partecipanti, la disponibilità a lavorare su se stessi e a mettersi in gioco. Tramite la formazione si vivono esperienze che offrono metafore utili a concretizzare reali potenziali inattesi, come ad esempio la camminata sui carboni ardenti -che rappresenta il fuoco della vita- o altre tipologie esperienziali centrate sul lavoro all’aperto, individuale e di gruppo che prevede il coinvolgimento dei partecipanti sul piano fisico, emotivo ed emozionale. Tutto ciò si fonda sul presupposto che, per apprendere completamente e stabilmente nuovi comportamenti, occorre sperimentarli in modo concreto. Si tratterà quindi di creare, in un ambiente adatto e protetto, delle situazioni che saranno in apparenza giocose ma che in realtà rappresentano metafore di comportamenti aziendali.

Di frequente viene utilizzata anche l’arte-terapia (intesa come pittura, scultura, musica, teatro e danza) che diviene utile a fare emergere una creatività spesso ignorata (questo metodo aiuta a sviluppare la capacità intuitiva e la parte destra del cervello da cui nasce la genialità, spesso poco allenata). In ultimo, ma non meno importanti: metodiche di rilascio dello stress, sdrammatizzazione emotiva, attività propedeutiche a sviluppare la fiducia -in sé stessi e negli altri- e una comunicazione efficace, l’empatia e l’armonia nelle relazioni.

In conclusione, ci avvaliamo di tecniche atte a dimostrare la possibilità dell’essere umano di superare i propri limiti, non per generare bramosia di potere o deliri di onnipotenza, ma per offrire la consapevolezza che in ogni individuo esistono straordinarie risorse che aspettano solo di essere rivelate.

Questo metodo permette ai partecipanti di sperimentare ed imparare come portare sul piano materiale gli obiettivi e realizzare cambiamenti positivi.

Come dicevano gli indiani d’America:

“Quando le proprie idee, la propria tenacia, i propri sacrifici, incontrano la giusta considerazione, c’è un premio che va oltre la soddisfazione materiale delle cose.

La stima, la benevolenza, la cooperazione, la fiducia, la trasparenza, l’affinità di intenti, rendono nobili gli incontri tra le persone.

Allora i valori si respirano e si praticano. Emerge così una nuova realtà di successo che diventa leggenda”.

Ci sono momenti in cui la vita ci offre la possibilità di vivere, incarnare e manifestare un sogno veramente “speciale”; quando ciò accade ci accorgiamo che esso si materializza grazie all’unione e all’opera di esseri “speciali”.

Paradossalmente, per realizzare un sogno occorre prima di tutto “svegliarsi” e imparare a “sognare bene”.

Verrà un giorno in cui ogni uomo sarà convinto di poter creare la sua realtà e di esserne responsabile.

L’unione di tanti esseri così consapevoli, permetterà il fiorire di aziende capaci di realizzare gli obiettivi più ambiziosi e di entrare nella “leggenda”, esprimendo una nuova etica che nascerà dall’armonia fra le esigenze materiali e spirituali che si rilevano nel mondo del lavoro e dell’economia.

Tutto ciò avverrà con naturalezza e senza sforzo, infatti non sarà la competizione a guidare le azioni ma un forte, puro desiderio alimentato solo dalla consapevolezza del proprio peculiare valore e mai indebolito dal bisogno e dalla voglia di eliminare l’altro.

Sarà finalmente possibile smettere di preoccuparsi della concorrenza, per cominciare ad occuparsi efficacemente di sé stessi e del prezioso patrimonio che ogni essere umano incarna, mettendolo al servizio del progetto e dell’intento comune aziendale. Ciò si rifletterà spontaneamente a trecentosessanta gradi sul mondo sociale, contribuendo a generare una nuova umanità fondata sulla cooperazione, sulla fratellanza, sul rispetto, sull’amore incondizionato e sulla PACE, proprio come annunciato dall’Era dell’Acquario.

Un sogno?…Un’utopia?… Forse solo l’esigenza di riscoprire e riaffermare l’inestimabile valore umano; ciò che occorre per ricalcare ciò che già è stato detto è: “imparare a sognare bene”.

E come dice il saggio: “Se vuoi realizzare un sogno, prima di tutto svegliati”.

Serenella Ballore

 

No comments

Ti potrebbe interessare anche:

Messaggio di Natale!

Il Fuoco della Volontà

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *